designed: Servizi Informatici​ | powered: flazio.com

l
logodacaricare

Diocesi di Cefalù

Cephaludensis Ecclesia 

"Vieni e seguimi": il sussidio del Tempo per Annum con i suoi tutorial

10/02/2021 06:55:00

Addetto Stampa

# Diocesi,

"Vieni e seguimi": il sussidio del Tempo per Annum con i suoi tutorial

Scarica il Sussidio e guarda i tutorial

VI Domenica per annum

Laboratorio - Ani-mani

 

Disegnate il contorno della mano su un cartoncino bianco. In base alla posizione delle dita, è possibile utilizzare i contorni come modello per diversi animali, aggiungendo qualche dettaglio e un po' di colore. Ti mostriamo alcuni esempi.

Tutorial In Famiglia

a cura di don Paolo Cassaniti

 

L’abbraccio è un profondo segno di accoglienza e di tenerezza, un gesto simbolico, significativo, che ci invita a farci abbracciare da Dio per condividere, poi, questa gioia nella comunione fraterna. Può rappresentare «un gesto-parola» che ci apre con amore e tenerezza verso gli altri, facendoci riscoprire noi stessi. In famiglia ci si impegna nella preparazione di un dolce da donare a una persona sola del quartiere, come abbraccio che consola, scalda e conforta, riportando il sorriso su un volto segnato dalla solitudine.

V Domenica per annum

Laboratorio - Petali d'amore

 

Prendete un foglio di cartoncino colorato e tagliatelo formando un quadrato. Piegate il quadrato a metà e, poi, nuovamente a metà, formando così un quadrato più piccolo. Senza andare a tagliare il vertice basso del quadrato, disegnate e ritagliate la forma di un cuore.
Aprite il vostro cuore e avrete un fiore con otto petali. Scrivete su ogni petalo una parola gentile (ve ne suggeriamo alcune: scusa, grazie, perdono, amore, saluto, abbraccio, aiuto, sorriso). Disegnate e ritagliate due foglie.
Con la colla a caldo andate ad attaccare le due foglie sulla cannuccia, e, a sua volta attaccate, sempre con la colla a caldo, la cannuccia al vostro fiore. Richiudete i petali in modo da avere la forma del cuore e, con la foratrice, fate un buco su un lato del cuore chiudendolo con un nastrino.

Tutorial In Famiglia

a cura di don Paolo Cassaniti


Il curare, il prendersi cura è una regola d’oro del nostro essere umani, e porta con sé salute e speranza, è una ricchezza umana e anche cristiana. Ma prima di poter curare qualcuno, o farci curare da qualcuno, dobbiamo ormai sottoporci al triage. Proviamo a “fare triage”, a individuare le nostre priorità. Ciascun componente della famiglia individua due priorità di questo momento (il più possibile concrete) nella propria vita personale, due in quella di famiglia, due in quella di relazione sociale, indicando quali persone sono prioritarie nella propria vita, chi curare o da chi farsi curare, e da che cosa farsi curare, impegnandosi altresì a sostenere con la preghiera chi si prende cura dei più deboli, dei malati e degli anziani.

IV Domenica per annum

Laboratorio - Segnalibro colto

 

Prendete un foglio di carta colorato e tagliatelo formando un quadrato. Piegate il quadrato sulla diagonale per andare a formare un triangolo. Capovolgete l'angolo di sinistra verso l'interno formando un quadrato più piccolo. Ripetere l'operazione precedente con l'angolo di destra. Aprite nuovamente il cartoncino a forma di triangolo.
Piegate la parte più esterna della punta verso il basso. Piegate prima l'angolo sinistro verso il centro, poi verso l'interno della tasca creata e ripetete l’operazione con l'angolo destro. A questo punto avrete creato il vostro segnalibro, che potrete personalizzare a piacimento.

Tutorial In Famiglia

a cura di don Paolo Cassaniti

 

La famiglia è la comunità educante primaria; la prima "scuola di umanità" e il primo spazio "di virtù sociali". Non esiste "luogo educativo" tanto determinante come la famiglia, ambiente in cui si nasce, si cresce, si diviene uomini e donne capaci di affrontare la vita. L'apporto di padre e madre, nella loro complementarità, riveste un influsso decisivo nella vita dei figli. Spetta ad entrambi assicurare loro la cura e l'affetto, l'orizzonte di senso e l'orientamento nel mondo. Pertanto, raccogliendo l’invito di Papa Francesco, i genitori si impegnano a vivere un quotidiano contatto col Vangelo insieme ai figli, a leggerne con essi, nei modi e nei tempi più opportuni, un brano, un passo, a meditarlo, a nutrirsi e nutrirli di questa fonte inesauribile di salvezza: “Non dimenticatevi! Leggete un passo del Vangelo ogni giorno. È la forza che ci cambia, che ci trasforma: cambia la vita, cambia il cuore".

III Domenica per annum

Laboratorio - La barca a vela

 

Prendete il tetrapak vuoto e con una spugnetta ruvida bagnata togliete la pellicola. Disegnate e ritagliate sul tetrapak, con l’aiuto di un adulto, degli oblò laterali e un’apertura superiore.
Colorate la vostra barca come più vi piace. Disegnate e ritagliate due triangoli che vi serviranno per costruire la vela. Incollate i due triangoli tra loro, bloccando al centro lo spiedino e, quindi, fissate la vela alla barca con la colla a caldo.

Tutorial In Famiglia

a cura di don Paolo Cassaniti

 

Tutti dobbiamo lasciare qualcosa per seguire più spediti Gesù! Anche il momento storico che viviamo sembra invitarci a uno stile di vita più sobrio, all’insegna dell’essenziale... a partire dalle più semplici abitudini e dai più semplici comportamenti quotidiani. Le stesse relazioni con gli altri chiedono continuamente revisioni, conferme, correzioni e rilanci. Ogni componente della famiglia si impegna a rivedere la propria posizione affinché la famiglia prima e gli ambienti quotidiani di studio, lavoro, convivenza sociale siano luoghi nei quali e dai quali prendono vita relazioni effettivamente generative. Fino a che punto le nostre azioni quotidiane “generano vita”? Cosa abbiamo dovuto lasciare di noi stessi, soprattutto nel tempo della pandemia, per riscoprire i nostri spazi di vita come luogo di ri-generazione (ri-nascita) reciproca? Cosa ci manca per camminare più spediti al passo di Gesù?

II Domenica per annum

Laboratorio - Google Earth

 

Scegli un palloncino, gonfialo e annoda l'estremità. Per mantenere stabile il palloncino e poterci lavorare, puoi usare una piccola ciotola come base e se necessario puoi fissarlo con lo scotch. Taglia delle strisce verticali da un quotidiano o utilizza la carta igienica e inizia a coprire il palloncino con strati di carta e colla. Una volta che hai coperto l'intero palloncino lascialo asciugare. Questa operazione potrebbe richiedere alcune ore. Una volta asciutto, disegna i continenti facendoti aiutare da un adulto (utilizzate un mappamondo di supporto per mostrare bene i confini). Adesso inizia a dipingere i tuoi continenti di verde, inserendo qualche montagna marrone e riempi di blu il resto. Una volta asciutto, puoi aggiungere i nomi dei continenti e degli oceani. Segna, con un puntino rosso, la tua posizione.

Tutorial In Famiglia

a cura di don Paolo Cassaniti

 

Quando vogliamo incontrare Dio, Gesù ci suggerisce di entrare nella nostra camera, di chiudere la porta e di pregare il Padre nel silenzio; e il Padre, che vede nel segreto e sente nel silenzio, ci ricompenserà. Dopo aver pregato insieme, chiediamoci insieme: “Cosa ci chiede il Signore? E quale è la nostra risposta? Come fare perché il nostro incontro con il Signore determini una svolta nella nostra vita?”. Chiediamoci ancora: “Cosa dice Gesù a quelli che scelse perché stessero con Lui, e quindi anche a noi?”.
Proviamo realmente a dare respiro e corpo a questi interrogativi: riusciremo a trovare la strada che da una semplice conoscenza ci conduce all’esperienza per spingerci alla testimonianza fedele, coraggiosa e continua di quell’Uomo che un giorno, sulle rive del lago, disse: “Venite e vedrete” e che oggi, sulle rive del nostro cuore, ci sorride e, tendendoci la mano, ripete a noi lo stesso invito. Allora potremo dire anche noi “Abbiamo trovato il Messia”.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder